NOVITA' 2022: Obbligo dichiarativo Imposta di Soggiorno

Data di pubblicazione:
13 Maggio 2022
Immagine non trovata

L’articolo 4, comma 1-ter, del Dlgs 23/2011, introdotto dall'articolo 180 del Dl 34/2020, ha cambiato il rapporto intercorrente tra il gestore della struttura ricettiva e l’ente impositore, che da rapporto di “servizio” per la riscossione dell’imposta è divenuto un rapporto di natura tributaria qualificando i gestori delle strutture ricettive come responsabili dell'imposta (non soggetti passivi del tributo).

Il decreto ha imposto a carico dei gestori uno specifico obbligo dichiarativo prevedendo sanzioni tributarie in caso di omessa o infedele presentazione della dichiarazione, per una somma dal 100 al 200% dell’importo dovuto, nonché la sanzione del 30% in caso di omesso, parziale o tardivo versamento.

L’articolo 25, comma 3-bis, Dl 41//2021 ha disposto la scadenza dell'obbligo dichiarativo dell'anno 2020 al 30 giugno 2022, unificandola con il termine di presentazione della dichiarazione dell'anno 2021. Ne deriva, pertanto, che entro il 30/06/2022 dovranno essere presentate unitamente due dichiarazioni: quella relativa all’anno 2020 e quella relativa all’anno 2021.

La dichiarazione, che dovrà essere compilata utilizzando il modello approvato con decreto ministeriale il 29 aprile 2022 e seguendo le relative istruzioni sempre previste nel decreto, andrà presentata al Dipartimento delle Finanze esclusivamente in via telematica seguendo le specifiche tecniche allegate al decreto.

La dichiarazione dovrà essere presentata dal gestore della struttura ricettiva o, per conto di questo, dal dichiarante diverso dal gestore (curatore fallimentare, erede, eccetera).
Si precisa che il succitato D.M. del 29 aprile 2022 interviene sulle modalità di presentazione della dichiarazione annuale, senza incidere sulle modalità di versamento dell’imposta prevista dal comune con proprio regolamento e senza far venir meno l’obbligo di presentazione delle comunicazioni semestrali contenenti i pernottamenti registrati per il calcolo dell’imposta.

Si precisa che le dichiarazioni e i dati in esse contenuti, una volta acquisiti e trattati dal MEF, saranno messi a disposizione dei Comuni che hanno istituito l’imposta di soggiorno per le proprie finalità istituzionali e di controllo.

Per eventuali informazioni contattare l’Istruttore Amministrativo Alessandra Speri al n. 045/6091214 o al seguente indirizzo mail a.speri@comune.sona.vr.it

 

Ultimo aggiornamento

Martedi 17 Maggio 2022