--- COMUNE DI SONA ---

Febbraio e Marzo ricchi di incontri formativi per gli agricoltori

Pubblicata il 11/03/2017

Da lunedì 9 febbraio sino al 10 marzo a Sona e Sommacampagna si sono svolti importanti ed utili serate di aggiornamento tecnico per gli agricoltori.
“La fotografia del settore agricoltura dimostra - sostiene l’assessore Elena Catalano - come sia importante avviare una fase di rilancio del ruolo della stessa in maniera organizzata e strutturata quale elemento di sviluppo economico sociale del territorio. La crisi economica lunga e difficile – aggiunge - non deve vedere gli agricoltori nella veste di spettatori passivi ma, al contrario, in quella di attori protagonisti in grado di attrezzarsi per affrontare un mercato fortemente instabile. Non deve risultare sempre impegnativo riuscire a coinvolgere la categoria. Ecco perché, - commenta l’Assessore alle attività produttive - diventa sempre più indispensabile favorire la “rete” del patrimonio di conoscenze in essere, l’associazionismo fra i produttori, la cooperazione per dare vigore all’offerta dei prodotti agricoli e a quelli vitivinicoli per conquistare nuovi mercati, fare crescere l’esistente e rilanciare l’export.”
La competitività, lo sviluppo economico sociale del territorio e la salvaguardia dello stesso passano attraverso la corretta informazione, la cultura del sapere, il confronto.
L’Assessore Elena Catalano ribadisce “quanto sia importante spiegare al consumatore il valore dei prodotti e studiare standard per la sostenibilità di aziende, prodotti e denominazioni. Il Comune di Sona, in sinergia con i Comuni di Sommacampagna, Villafranca, Castelnuovo, la Cantina sociale di Castelnuovo, la Cantina sociale di Custoza, i mercati ortofrutticoli di Sona/Sommacampagna e Villafranca è riuscito a offrire ad un ampio pubblico di agricoltori in attento ascolto (presso la tensostruttura di Acque Vive denominato “Palapesca” a Sommacampagna) interessanti incontri di aggiornamento tecnico sul pesco, susino, albicocco, kiwi. I diversi relatori, provenienti da distinte unità di ricerca, sperimentazione e sviluppo in agricoltura quali il CREA (Consiglio ricerca agricoltura e analisi economi agraria), l’Università di Bologna, la COOP TERREMERSE, APO CONERCO (Organizzazione produttori ortofrutticoli), AGREA (società privata per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura) hanno sottolineato che l’innovazione e la ricerca restano tra i pochi strumenti per migliorare l’offerta”. Deve esserci comunque sempre la scelta responsabile di proporre soluzioni migliorative e vantaggiose sia per l’agricoltore che per il consumatore.
Infine il Consorzio Tutela Vino Custoza doc, nella splendida cornice di Villa Venier a Sommacampagna, attraverso un articolato incontro tecnico “CUSTOZA SOSTENIBILE, UN BENE DI VALORE PER I PRODUTTORI E IL TERRITORIO”, ha illustrato alle aziende vitivinicole e alle cantine del nostro territorio “la sostenibilità” come elemento di valore in una vitivinicultura che intende accentuare la qualità del Custoza, salvaguardare l’ambiente e il territorio che lo produce. Senza trascurare curiosi interventi negli ambiti dell’innovazione tecnologica che rappresenta anche controllo e abbattimento dei costi.
“Elementi per nulla trascurabili nell’ottica di migliorare qualità e servizi! - conclude l’Assessore Elena Catalano. L’auspicio è di potere continuare a sviluppare conoscenze agronomiche, fornire risorse e strumenti perché agricoltura e mondo vitivinicolo trovino sempre terreno fertile”

 


Facebook Google+ Twitter