--- COMUNE DI SONA ---

L'Amministrazione di Sona investe sulla scuola anche con gli arredi

Pubblicata il 16/03/2017

“Con una spesa di circa 40 mila euro – dichiara il Sindaco Gianluigi Mazzi – si sono rinnovati gli arredi di tante scuole del Comune. La scuola elementare “Don Bosco” di Palazzolo, la scuola elementare “Aleardi” di Sona, la scuola media “Virgilio” di Sona e la scuola media “Anna Frank” di Lugagnano hanno recentemente avuto la fornitura di banchi, sedie, cattedre, griglie sottobanco, bacheche, carrelli, armadi, pedane, tavoli a seconda della necessità di ogni singolo istituto.”
La fornitura in totale prevede in particolare 45 banchi, 200 sedie, 4 cattedre, 150 griglie sottobanco, 30 armadi, e decine di pezzi di altro mobilio.
“E’ dall’inizio del nostro mandato – prosegue il Sindaco - che investiamo sulla scuola dedicando milioni di euro agli edifici, nuovi o da sistemare dal punto di vista della sicurezza. Non ci fermiamo mai quando si parla di scuole. E quindi abbiamo pensato anche di dare un cotesto interno moderno, sostituendo e integrando il mobilio esistente: avere un ambiente adeguato è un passo fondamentale per vivere bene quel fantastico periodo della vita che fa crescere nella conoscenza i nostri ragazzi”.
“Serve una scuola funzionale, ordinata, ben organizzata - afferma Gianluigi Mazzi -: ci siamo accorti che in passato sono state fatte economie nell’arredo, si è trascurato l’ambiente dove i nostri figli studiano. Passando tra le aule era evidente che un investimento nel mobilio avrebbe migliorato l’operatività del corpo docenti, degli allievi, del personale ATA. Ecco quindi che, in sintonia con quanto dichiarato fin dall’inizio del nostro mandato, abbiamo chiesto agli uffici di verificare la situazione e in pochissimo tempo abbiamo deliberato questo acquisto”.
“Ora serve rispetto e attenzione all’ambiente, al nuovo mobilio: qui saranno bravi gli insegnanti e soprattutto i genitori a trasmettere ai propri figli quanto importante sia il rispetto della cosa pubblica, soprattutto a scuola, dove tanti ragazzi, negli anni, passeranno e raccoglieranno in questo ambiente importanti conoscenze e valori per il proprio futuro, per la propria vita”, conclude Gianluigi Mazzi.


Facebook Google+ Twitter